Sono Francesco

Sono Francesco

E se Francesco d’Assisi fosse vissuto ai giorni nostri? 

Francesco ha diciotto anni e un grande fuoco che gli arde dentro. Non è capace di stare fermo un attimo e conduce una vita a cento all’ora, tra discoteche e ristoranti di lusso insieme agli amici. Grazie alla sua famiglia, non ha problemi di soldi e può avere tutto ciò che desidera.

Francesco però non sa che cosa desidera.

Forse sono le ragazze. Forse sono le corse in moto. Forse è semplicemente il divertimento puro.

Ma se fosse qualcosa di più? Qualcosa che non riesce a vedere, mentre sfreccia per le strade della città, in sella al suo bolide?

Sarà l’incredibile incontro con don G. a cambiare tutto e a spingere il ragazzo a rallentare, fino a fermarsi, per osservare ciò che gli sta attorno. Un mondo fatto di piccole e grandi sofferenze, di ingiustizie, solitudine, ma anche pieno di persone dal cuore grande, pronte a rimboccarsi le maniche per aiutare gli altri.

Grazie al confronto con gli amici, Chiara e Ruf, Francesco deciderà così di mettersi in viaggio, percorrendo a piedi mezza Italia, per scoprire che cosa vuole e chi è per davvero.

Dopo il bestseller Ammare, i Pellai orchestrano un racconto senza tempo, dimostrando che la storia di Francesco d’Assisi è più moderna che mai. Con coraggio e maestria, i Pellai ci regalano un romanzo in cui Francesco è un adolescente del nostro millennio. Pieno di dubbi, desideri, passioni. Pronto a sbagliare, ma anche a cambiare il mondo.

«Un romanzo per alzare lo sguardo» – Enzo Fortunato, autore bestseller di Francesco il ribelle
  • Perché il nuovo romanzo di Alberto Pellai e Barbara Tamborini è una metafora sulla vita e sull’adolescenza.

  • Perché è un romanzo che attualizza la storia di San Francesco D’Assisi rendendolo un ragazzo dei giorni nostri, che si interroga sulla propria identità.

  • Per imparare a guardare il mondo con amore e generosità, per capire l’importanza dell’ambiente e della collaborazione.

2a e 3a secondaria di primo grado

Quanto penso di valere?

Francesco capisce molte cose di sé quando la sua vita ha una brusca battuta d’arresto. Da lì tutto s’illumina di luce nuova e lui riesce a mettere a fuoco alcune priorità alle quali dedicare le proprie energie. Nel percorso in classe si proporrà ai ragazzi di ripensare agli incontri che hanno fino a quel momento orientato la loro vita. Quali sono le persone dalle quali hanno imparato qualcosa? Si svilupperà un viaggio in parallelo tra le vicende di Francesco e le loro.

1a, 2a e 3a secondaria di primo grado

Che impronta sto lasciando?

Francesco, come il santo omonimo vissuto più di ottocento anni fa, ha fatto scelte coraggiose. I ragazzi a scuola svilupperanno un percorso alla scoperta delle proprie qualità e delle domande profonde che hanno dentro. Chi vogliono essere? Come vogliono far fruttare le loro qualità? Come possono sentirsi soddisfatti delle loro scelte? Ciascuno dovrà trovare un proprio modo di raccontarsi a Francesco con i propri punti di forza e le proprie fragilità.

Libri per le stesse classi