Devo essere brava

Devo essere brava

Sara deve essere brava. Deve essere brava, e non ci sono alternative. Perché in caso contrario non rivedrà più suo fratello Rocky, non glielo lasceranno portare a casa, non potrà mai viverci insieme. E Rocky è tutto ciò che vuole dalla vita. Quello e andarsene da Roveto, dove il grigiore annebbia la mente e impedisce di vedere il futuro.

Irrequieto, delicato, tenace.

Il nuovo romanzo dell’autore bestseller di Le ragazze non hanno paura

Sara deve essere brava. Deve essere brava, e non ci sono alternative. Perché in caso contrario non rivedrà più suo fratello Rocky, non glielo lasceranno portare a casa, non potrà mai viverci insieme. E Rocky è tutto ciò che vuole dalla vita. Quello e andarsene da Roveto, dove il grigiore annebbia la mente e impedisce di vedere il futuro.

Certo, il fatto che suo padre se ne sia andato non aiuta. Nemmeno che sua madre abbia trovato lavoro in città e abbia deciso di abbandonarla.

Ha la rabbia ai denti, Sara. È questo mondo storto e sbagliato, dove una diciassettenne può ritrovarsi all’improvviso sul baratro di un abisso, che gliela fa venire.

E lei ha bisogno di distruggere, mordere, rompere, forse anche solo per togliersi quel sapore nero che ha in bocca, come se l’unico modo di avvicinarsi alla realtà fosse azzannarla. Sara deve essere brava, per trovare una via d’uscita a tutto questo.

Ma da sola non può farcela. Può farcela? Amicizie sbagliate, ragazzi sbagliati, adulti sbagliati. Sara sa solo ripetersi quello che deve ma non riesce a essere. Finché una notte, a Roveto, tocca il fondo dell’abisso, e capisce che è il momento di risalire. Non importa se tutto il mondo le è contro, niente potrà fermarla.

Lo facciamo davvero. A ogni strada ci fermiamo e prendiamo a calci i pali. Non si piegano allo stesso modo, quando la gente ci fissa riusciamo a impegnarci meno, ma si piegano abbastanza. Roveto sarà il paese dei pali storti. Così tutti là fuori si accorgeranno che qualcosa non va e non potranno più fare finta di niente.

  • Per studiare insieme il genere del romanzo di formazionepartendo da una storia che si ispira a grandi classici della letteratura come Salinger e Gary.

     

  • Per riflettere insieme su che cosa significa essere adolescenti.

Quanto dura ladolescenza?

La vita veloce, ladolescenza e i personaggi più difficili della narrativa Ladolescenza finisce presto, è tutto a posto. Ladolescenza non finisce mai, peggio per voi. Nessuna delle due risposte è quella giusta o forse lo sono entrambe perché una risposta vera non esiste. Il tema delladolescenza è presente in moltissime storie, ma nessuna offre la soluzione a quello che è il periodo formativo più importante di ognuno. Eppure ogni storia offre la secondo rassicurazione che va tutto bene, perché qualcuno là fuori è come noi. Come Sara. Come Holden di Il giovane Holden e Momò di La vita davanti a . Ma anche come Rue della serie TV Euphoria, Cassie e Sid di Skins e Anna Baker di Tredici. Leggere o ascoltare questi personaggi significa vivere le loro vite, le loro adolescenze e capire i modi per diventare noi stessi nonostante tutto.

Libro film!

Trasformare una scena del romanzo La vita veloce in una scena da film o serie TVCome si realizza un film? Come si trasforma un’idea in un’immagineCome si fanno parlare i personaggi? A partire dalle parole del libro, lautorAlessandro Q. Ferrari, sceneggiatore di cartoni animati, serie TV e fumetti, ripercorre alcune scene di celebri film e serie TV basate su testi classici per smontarne i meccanismi e provare a usarli insieme. Realizzando la sceneggiatura di una scena da La vita veloce che potrà essere poi trasformata in un corto dagli studenti.

Identità di genere

Scrivere cambiando il punto di vista, che cosa significaEsistono moltissimi personaggi maschili scritti da autrici donne, basta pensare a Harry Potter o a L’isola di Arturo. Esistono, anche se in misura inferiore, personaggi femminili scritti da autori maschi, come in Dolores Claiborne o Colazione da Tiffany. Ma cosa significa immaginarsi nella voce di un altro o di unaltra? Che cosa si scopre cambiando il nostro punto di vista con quello di chi ci è accanto, ma ha una storia, un genere, un’identità completamente diversi?

Libri per le stesse classi